Archivio categoria: Focus

FEBBRAIO A TAVOLA

Dalla festa alla quaresima, è tempo di dar fondo alla dispensa invernale, in attesa che l’orto passi ai primi tepori: sottolii, sottaceti, maiale e formaggi stagionano nelle “caneve” con le temperature amiche del mezzo inverno.

GENNAIO A TAVOLA

Via le feste, l’inverno si comincia a sentire di più. I sapori più forti presidiano le tavole del veneto, riproponendo carni e pesce conservati, vini nuovi e le verdure magiche che, come il radicchio, sfidano il gelo.

DICEMBRE A TAVOLA

Dicembre nel Veneto è un calendario di tradizioni e di bontà che si trovano dappertutto solo a Natale. Approfittando del freddo che chiede più energie, e dei giorni più tersi e decisi, nei mercati si fanno posto le “mastelle” di mostarda …

Novembre a tavola

Nel freddo che arriva, chiaro tra le nebbie che sfumano l’orizzonte, è più forte l’attesa del radicchio tardivo, dei frutti delle colline, del vino nuovo, di mandorlati e mostarde che si riaffacciano su banchi e mercati, per ricordare la lunga stagione delle feste e della tradizione che prende il via.

Ottobre a tavola

Nel Veneto arriva un mese magico per i sapori e i per i colori. Dal mare caldo dell’estate il gusto si sposta su colli e monti dove, tra climi e temperature che cambiano, terra e tradizione portano in tavola tutti i profumi dell’aria nuova.

Settembre a tavola

Cambio di sapori. Più o meno veloce ecco il giro di boa verso i climi più freddi. Un saluto al mare e poi, anche a tavola, la voglia di sapori più forti…

Agosto a tavola

Le spiagge e i monti portano a tavola arie e climi nuovi: ma nel Veneto tra “terra e cielo” il passaggio tra sapori e tradizioni è più facile.

Luglio a tavola

Con luglio si va all’estate piena, e alla voglia di maggiore freschezza anche in tavola, ricercando cibi piú leggeri e profumi piú forti.

Giugno a tavola

Comincia il caldo caldo: o almeno dovrebbe. La salute e la terra comunque hanno la risposta giusta nel mese in cui è importante affrontare il caldo…

MAGGIO A TAVOLA

Nel mese di passaggio tra la primavera e l’estate il clima mite offre straordinarie possibilità creative a tavola, in un pieno di sapori e profumi.