LA CIPOLLA ROSA DI BASSANO

Coltivata nel bassanese sin dal XIV secolo, ne esistono due varietà: una precoce e una tardiva, e quella precoce si raccoglie manualmente da fine maggio a metà giugno. È un ortaggio pregiato specie per il suo sapore dolce. Si mangia lessa, impanata, fritta, o sott’olio: ma grazie alla sua “dolcezza” va consumata soprattutto cruda, ed è molto adatta a chi ha problemi con il gusto forte e un po’ piccante delle normali cipolle. Ideale per i piatti più delicati, quanto è importante che il sapore della cipolla rimanga leggero e discreto.