IL SOAVE DOC

APPROFONDIMENTO

Il territorio di Soave, nel veronese, era già in epoca romana un distretto vitivinicolo, noto per la sua buona posizione e per l’intensità delle coltivazioni. Al tempo del re goto Teodorico alcune epistole raccomandavano ai produttori veronesi di ricercare per la mensa reale questi vini “soavissimi e corposi”. Il Soave si abbina a preparazioni non troppo strutturate, primi bianchi e leggeri, antipasti di mare, risotto ai frutti di mare, pesci di mare bolliti e delicatamente conditi. Va servito a 8-10°C.