FARAONA PEVERADA

Ingredienti per 4 persone:

Per la faraona:

1 faraona

2 coste di sedano

Mezza cipolla

Salvia e rosmarino

Mezzo bicchiere di vino bianco secco (Lison classico Docg)

Brodo di pollo

 

Per la salsa peverada:

Mezza cipolla

Mezza carota

Mezza costa di sedano

2 salsicce

3 acciughe

Mezzo bicchiere di aceto di vino bianco

3 cucchiai di pane grattugiato

Olio extravergine d’oliva

1 foglia d’alloro

 

Preparazione:

Spenna, spiuma, fiammeggia, eviscera, lava con cura e asciuga la faraona, quindi salala e pepala all’interno. Aggiungi le erbe aromatiche. Su una placca da forno fa rosolare le verdure e la faraona, sfuma con mezzo bicchiere di Lison Classico, aggiungi il brodo e passa in forno a 150° per 2 ore. Prepara intanto la salsa peverada, iniziando da un trito di cipolla, sedano e carote che dovrai porre in padella e far rosolare. Trita il resto degli ingredienti al mixer e aggiungili al fondo di cottura ottenuto dal trito di verdure. Sfuma con vino bianco e continua la cottura a fuoco moderato per 1 ora. Aggiungi il pane grattugiato e l’aceto di vino (1/2 cucchiaio) per rendere la salsa agrodolce con una consistenza semidensa. Lascia la faraona cotta a raffreddare, poi tagliala a pezzi e rimettila a gratinare in forno a 180°C per 20 minuti circa; la salsa puoi servirla a parte o direttamente sopra la faraona.

Lo sapevi che…

La salsa peverada era l’antica salsa preparata dai patrizi veneziani per accompagnare la cacciagione (lepri e fagiani), mentre nelle case dei contadini, ai quali era vietata la caccia, veniva usata per coniglio e faraona al forno. L’antica tradizione continua.