FILETTO DI MAIALINO AL POM DE LA ROSETA

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 600 gr. di filetto di maialino Bio della Val Belluna (sono 23 filettini). Ci sono 4 allevamenti nella valle del Piave da Longarone a Vas.
  • 3 Pom de la roseta mature (mele tipiche del comune di Mel di piccola taglia di colore verde e rosso regina della manifestazione Mele a Mel che si tiene in ottobre ogni anno).
  • Mezzo bicchiere di Bianchetta frizzante (vino bianco del feltrino) rosmarino e poco aglio.
  • 500 gr. di cavolfiore bianco (utilizziamo i cavolfiori bio coltivati in Valmorel come le erbe aromatiche).
  • 2 rametti di origano selvatico si trova passeggiando nei prati della sinistra e della destra Piave se non lo avete del timo fresco.
  • Olio extra vergine di oliva, sale, pepe

PREPARAZIONE

Rosolare il filetto in olio di mais, con poco rosmarino, salvia e mezzo spicchio d’aglio; salare e mettere in forno , far cuocere per 8/10 min a 180°. A cottura finita far riposare coperto con un foglio di alluminio per 5 minuti. Nel frattempo far bollire il cavolfiore in acqua salata. Intanto buttare l’olio di cottura della carne, sfumare con il vino bianco. Tagliare li pom de la roseta a cubetti e unire nella padella di cottura. Quando il cavolfiore è cotto schiacciarlo per formare una specie di couscous, condirlo con olio extra vergine d’oliva del Grappa l’origano selvatico   e correggere di sale.

Tagliare il filetto a fettine, deve essere rosa all’interno, adagiarle nel piatto dove sarà servito.

Con uno stampo formare un timballino con il cavolfiore aiutandosi con uno stampino. Disporre la salsa con le mele sopra le fettine di filetto coprendone la metà e servire accompagnato con un vino rosso non troppo corposo ma profumato come ad esempio il vanduja ottenuto da 2 vitigni autoctoni coltivati nel Feltrino la Pavana e la Trevisana nera.