FRITTURA DELL’ALTO ADRIATICO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • Sarde
  • Alici
  • Barboni
  • Triglie
  • Moi e moéche (almeno 3 tipi di pesce per servire 350 g. a persona)
  • 2 uova
  • 100 g. di farina 00
  • Olio di arachidi
  • Polenta

PREPARAZIONE

Lava le moéche e lasciale per una decina di minuti chiuse in una terrina con un composto di uova sbattute e farina. Nel frattempo monda, eviscera e lava il pesce e passalo nella farina. Scalda in una padella da fritto (fasòra) olio di arachidi portandolo alla temperatura di 170°C, quindi immergivi via via il pesce e le moéche. Come risultano dorati levali dall’olio, disponili su carta assorbente da cucina, quindi servili in tavola ben caldi accompagnati da polenta calda.

Note storiche: La frittura di pesce del litorale veneziano si richiama alla tradizione dei pescatori, che tenevano per sé i prodotti non commerciabili, con cui preparavano dei fritti detti “misti”, che venivano gustati in casa come abbondante piatto unico accompagnato da polenta sia tenera che abbrustolita.

  • Chef: Giorgio Grosso
  • Ristorante: OSTERIA "DA NICOLA" - Cortellazzo, Jesolo, Venezia
  • Sito Web: www.osteriadanicola.com